40° edizione di ArteFiera

(ArteFiera Bologna – Main Section – Padiglione 25, Stand B72)

In occasione della 40° edizione di Arte Fiera a Bologna, Gupica realizza il set design per galleria Artistocratic all’interno della Main Section dedicata all’arte contemporanea (Padiglione 25 – Stand B72).

Gupica sviluppa il concept della scenografia coerentemente con il tema dell’esposizione “Il Futuro del Passato” (opere di Michele Alassio, Davide Bramante, Maurizio Galimberti, Ronald Martinez) innescando un dialogo e un gioco di contaminazioni reciproche con le opere che ne fanno parte. Come gli artisti esposti, anche il set richiama il passato per poi ripensarlo in chiave contemporanea. Gunilla Zamboni si serve della tecnica del trompe l’oeil per creare illusioni ottiche di cornici e boiseries ma ne depura l’effetto puramente decorativo attraverso un segno rigoroso e scelte cromatiche che ne differenziano il risultato pittorico.
Lo spazio viene diviso cromaticamente tra esterno e interno per definire i volumi e caratterizzare per l’osservatore l’accesso allo stand come l’entrata in una casa. Anche al suo interno, lo spazio è organizzato in quinte sia attraverso la disposizione delle pareti che con la scelta dei colori al fine di dare ordine alle sezioni dedicate ai diversi artisti. Il risultato è un’ambientazione capace di valorizzare le opere e le scelte artistiche.

All’interno della scenografie Gupica propone due mobili scultorei appartenenti alla serie Stalactites presentata in anteprima al Salone del mobile 2015, una collezione di mobili modulabili composti da geometrie sovrapposte che dialogano con alcune delle opere in esposizione. Come nel caso degli ultimi lavori di Davide Bramante (in anteprima Tokyo 2015) in cui la stratificazione dei cambiamenti architettonici e della vita delle città contemporanee viene rappresentata con l’utilizzo della tecnica delle esposizioni multiple.

Lavorazione